IT | EN | FR | DE | ES | PT | CN

Questo sito utilizza i cookie per gestire, migliorare la tua esperienza di navigazione del sito

Per ulteriori informazioni sull'utilizzo e la gestione dei cookie, consultare la nostra Politica sui cookie Per saperne di piu'

Approvo

ANDREA GALLO POLVERIZZA IL RECORD ITALIANO SU DUE RUOTE

AROL insieme al team Policumbent del Politecnico di Torino per cercare il nuovo record di velocità

Martedì 11 settembre Andrea Gallo è entrato a pieno titolo nella classifica dei quattro uomini più veloci del pianeta raggiungendo la velocità di 133,25 km/h con il prototipo di bicicletta reclinata “Taurus”. Un risultato che supera di ben 6,5 km/h il precedente record italiano. Andrea Gallo è al momento impegnato nel World Human Powered Speed Challenge, in Nevada (USA), evento che coinvolge veicoli a propulsione umana. La sua bicicletta reclinata è un prototipo progettato da un team di 40 ingegneri del Politecnico di Torino con inserti realizzati in parte da Arol Spa.
«Siamo molto soddisfatti. Sapevamo che l’incidente della mattina non ci avrebbe fermati» ha spiegato Andrea Gallo, in riferimento alla caduta durante la run mattutina a 100 km/h, a causa di una ruota forata. Per fortuna, l’atleta italiano ne è uscito indenne. Un po’ meno il telaio della sua “Taurus”. In ogni caso i ragazzi italiani non si sono arresi e nella prova serale il Team Policumbent ha conseguito il miglior tempo italiano.
L’obiettivo non è, però, ancora raggiunto. Andrea punta infatti a strappare il record mondiale (144 km/h) alla squadra canadese. La competizione, che vede impegnati prototipi di biciclette reclinate provenienti da tutto il mondo, si terrà fino a sabato 15 settembre a Battle Montain.